Abelia (Caprifoliaceae): arbusto sempreverde




Si tratta di un genere botanico che comprende circa venti arbusti sempreverdi o semisempreverdi, le cui origini vanno rintracciate nel lontano giappone e nella Cina, oltre che nello stato dek Messsico. La specie che di solito vediamo nei giardini costituiscono un ibrido della specie che proviene dalla Cina, come l’abelia grandiflora, che presenta un portamento tondeggiante.

AbeliaSe un esemplare cresce allo stato spontaneo per alcuni anni può raggiungere l’altezza e la larghezza di oltre un metro, con lunghi fusti scarsamente ramificati, arcuati e di colore rossatro.

Le foglie della Abelia sono di piccole dimensioni e di forma ovale, cuoiose all’aspetto e dentellate nella forma, hanno una tonalità scura e lucida di verde: le foglie appena nate sono del colore del bronzo, colore a cui tende l’intera pianta all’approssimarsi dell’autunno. In estate questa pianta germoglia numerosi fiorellini a trombetta, color bianco rosato, persistenti ai primi freddi della stagione invernale. Il frutto è un achenio legnoso e contiene un unico seme.

Riguardo alle innaffiature della Abelia posso dirvi che se le piante sono giovani dovete apportare acqua in modo regolare e abbondante: le piante adulte possono restare alcuni giorni senz’acqua, senza per questo soffrire in particolar modo. Da marzo a settembre si può innaffiare senza abbondare, una sola volta a settimana. All’arrivo della stagione fredda è meglio diminuire la frequenza delle innaffiature senza però sospenderle del tutto, poichè questa speciale pianta detta Abelia è una pianta sempreverde. Nel periodo vegetativo occorre fornire concime per piante da fiori solubilizzato nell’acqua destinata alle innaffiature, da somministrare una volta ogni due settimane.

La migliore posizione nella quale potete esporre questa pianta è in pieno sole o in penombra: non teme il freddo e si sviluppa in piena terra, nei giardini di casa, con facilità, pur preferendo posizioni riparate dai freddi venti invernali.

Riguardo alle potature vi consiglio una potature decisa e netta fino alla base durante il periodo autunnale; ciò favorirà uno sviluppo compatto e forte nella primavera successiva.

Leave a Reply

girasole
La pianta del girasole: e le sue 1000 proprietà
alisso
Alisso – Alyssum: le diverse varietà
myosotis
Non ti scordar di me: il fiore dei nonni
asparagi
Asparagi, coltivarli nel nostro orto
Mentha requienii
Mentha requienii (Menta bistaminata)
menta
Coltivazione e usi della menta
rosmarino
Rosmarino, la regina delle erbe aromatiche
Oxalis acetosella: una pianta dal sapore deciso 4
Oxalis acetosella: una pianta dal sapore deciso
amaryllis
Amaryllis: unico nel suo genere
giglio rosso
Giglio rosso | Lilium bulbiferum
ranuncolo
Ranuncolo | ranunculus asiaticus
bulbose
Fiori primaverili da balcone | le bulbose
Piante, Grasse
14 PIANTE GRASSE NOMI E FOTO: COME RICONOSCERE
Piante da appartamento: le 8 migliori per la nostra casa 6
Piante da appartamento: le 8 migliori per la nostra casa
Pianta velenosa Aconito, napello
Aconito
foto pino marittimo
Pino marittimo
Fotosintesi clorofilliana: cos’è e come funziona 8
Fotosintesi clorofilliana: cos’è e come funziona
Cervo volante
Lucanus cervus | Cervo volante insetto utile
terriccio
5 tipi di terriccio e terreni per le nostre piante
la classificazione delle piante
La classificazione delle piante