Albicocco delle Rosaceae o Armeniaca vulgaris

0
41

L’ Albicocco (specie botanica Armeniaca vulgaris) è una bellissima pianta fruttifera appartenente alla famiglia delle Rosaceae. Originaria dell’America, come si capisce dal nome scientifico, è stata introdotta in Europa già al tempo dei Romani.

Albicocco
Albicocca

Cresce in tutta l’Italia, dalla pianura alle zone premontane (fino a 1000 metri di altitudine), fino alle zone costiere, purché l’albero venga posizionato riparato dai venti freddi. Non ha esigenze particolari in fatto di terreno, sebbene cresca con notevole vigoria e rapidamente in quelli profondi, permeabili, fertili e freschi. Si adatta anche a quelli calcarei e grossolani purché ben concimati.

E’ un albero che raggiungerà un’altezza media sui 5 metri e si alleva di solito a forme libere (comunque ha un portamento arboreo con chioma espansa e aperta ad ombrello).

La fioritura dell’albicocco avviene a fine inverno quando ancora non sono spuntate tutte le foglie. Il bianco dei fiori non durerà a lungo perché presto l’albero diverrà sull’arancio a causa dei frutti che matureranno da gine maggio ad agosto a seconda delle varietà e delle condizioni climatiche.

L’albicocco si può innestare su diversi tipi di portainnesto, ma sono preferibili il susino nelle regioni settentrionali, il franco, il pesco o il mandorlo al sud.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here