Cocciniglia: parassiti delle piante

0
153
cocciniglia

Al pari degli afidi, le cocciniglie sono dei rincoti, insetti che perforano le foglie e i fusti e si nutrono della linfa contenuta, ricca di zuccheri: questi parassiti sono generalmente chiamati cocciniglia, ed è un insieme costituito da molte specie, di dimensioni variabili. Posso essere lunghi alcuni millimetri o quasi un centimetro e di solito colonizzano le parti nuove della pianta, e si insidiano sui germogli e sulle foglie; esistono anche specie che attaccano le radici, con grave danno per la pianta.

CoccinigliaGli esemplari di cocciniglia di sesso maschile sono riconoscibili per il fatto di essere dotati di ali, mentre le femmine ne sono prive: queste dopo aver deposto le uova, perdono le zampe, diventando dei contenitori a baluardo della nuova generazione riparata sotto di esse. E’ facile riconoscere la cocciniglia: si ricopre di sostanze cerose di protezione, costituendo appunto una protezione per la nuova generazione.

Le cocciniglie si diffondono sulle conifere, sulle piante grasse e su molte piante ornamentali, oltre che sulla vite e sugli agrumi: si sviluppano nelle fessure e nei luoghi della chioma riparati dalla luce del sole. E’ stato notato che questo parassita attacca prevalentemente le piante nutrite con concime ad alto tenore di zolfo, in luoghi con scarsa umidità e con scarsa ventilazione.

Da notare che le formiche sulle nostre piante possono essere un segnale che qualcosa non va: questi rincoti vengono spostati sulla pianta da parte delle formiche, che si nutrono di melata, componenti dei parassiti. Quindi se troviamo formiche sul nostro albero, probabilmente c’è un attacco di parassiti in corso.

  • Cocciniglie come intervenire

Il primo intervento, se la situazione non è troppo grave, è quella di rimuovere manualmente gli insetti e di disinfettare i fori lasciati dagli insetti con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool denaturato. Utilizzeremo dell’olio bianco se l’infestazione sulla pianta risulta estesa: misceliamo all’olio bianco un piretro ide per una azione più efficace. Trattate la pianta con anticoccidici all’inizio della primavera o in autunno e inverno. Riuscirete in questo modo a distruggere gli insetti dannosi, senza arrecare danno alla pianta e agli insetti utili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here