Bonsai da frutto

0
296
Bonsai da frutto

L’arte del bonsai è quella di riuscire a contenere in dimensioni ridotte un intero albero: ci sono particolari cure colturali, grazie alle quali, negli anni, il cultore di bonsai stimola nella pianta la produzione di foglie minute e di piccole dimensioni, con piccoli fiori e rami con andamento simile a quello dei grandi alberi presenti in natura. In questo modo troviamo racchiuso in un bonsai di piccole dimensioni, in un vaso speciale e altrettanto piccolo, tutta la bellezza di un albero centenario.

Bonsai Per chi è alle basi di questa speciale arte naturale, è già difficile fare crescere una piccola pianta in un vaso di dimensioni così ridotte; per gli esperti, invece, ogni pianta è una nuova sfida verso la natura delle cose.

Si tratta di un melo che non produce grossi frutti da due etti ciascuno, bensì di una minuscola pianta che produce fiori e frutti piccoli in proporzione.

La produzione di fiori e frutti di così piccole dimensioni, è molto difficile ed deve essere cura costante del giardiniere di educare mese per mese, il bonsai favorendo lo sviluppo di frutti delle giuste dimensioni: molti coltivatori rinunciano del tutto a questa difficile sfida, evitando di lasciare i fiori sul bonsai e evitando di allevare piante che fruttificano.

I bonsai comunque non si possono ottenere da tutte le piante: non si può fare un bonsai da una pianta di limone e da un castagno per il fatto che queste piante tendono a produrre fiori e frutti di dimensioni non legate alla dimensione della pianta. Per la stessa ragione non si sceglierà come bonsai una specie delle pomacee o delle drupacee ibride, che di solito vengono coltivate per la produzione tradizionale di frutti, che risultano di dimensioni grosse e succosi, molto utili per la alimentazione ma non adatta ad essere coltivata come bonsai.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here