La Calla Bianca- zantedeschia aethiopica

0
65
Calla Bianca

La Calla Bianca del Sud Africa

Cari lettori, la calla bianca (specie botanica Zantedeschia aethiopica) è una pianta palustre originaria del Sud Africa e fu introdotta in Europa nel 1731, appartenenete alla famiglia delle Araceae,  che necessita di un clima caldo o temperato per sopravvivere. Si coltiva facilmente nelle nostre regioni specialmente nella regione degli agrumi. Non va confusa con la Calla delle paludi (specie botanica Calla palustris) che è abbastanza simile ma molto più rustica e ha delle spate più piccole e bianco-verdastre.

Calla Bianca
Calla Bianca

La calla bianca si può piantare ai margini di stagni o vasche in cui si coltivano piante acquatiche, ma per lo meno in inverno i tuberi devono restare all’asciutto e l’acqua deve comunque essere poco profonda. Bisognosa di un terreno profondo e umifero per sopravvivere, la calla bianca a seconda del clima può avere un ciclo culturale perenne o annuale.

E’ una pianta dall’alto valore ornamentale, sia a piena terra (come pianta d’aiuola) che a fiore reciso, sia come pianta palustre che da vaso per via dei magnifici fiori bianchi e le foglie di un bel verde lucente. Si moltiplica per divisione dei rizomi tuberosi e necessita di una esposizione a mezzo sole o soleggiata.

Calla bianca significato

Nel linguaggio dei fiori  la calla è il simbolo della grazia semplice e raffinata, regalare una calla è un segno di stima e di ammirazione sincera.

Per approfondimenti sulla Calla e le piante bulbose, date un’occhiata a questo articolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here