Sarracenia: La pianta carnivora

0
74
La Sarracenia

La Sarracenia originale del nord America

La Sarracenia è una pianta originale del nord America che cresce spontanea tra gli Stati Uniti e il Canada: di questo genere fanno parte otto specie dalle quali si possono ottenere un numero infinito di ibridi, sempre diversi e nuovi.

Si presenta con lunghe foglie verdi verticali a tubo, o meglio a forma di cono rovesciato con una apertura nella parte superiore, sormontato da un opercolo, che è quella specie di tappo che chiude il tubo dall’alto. La parte sotterranea è il rizoma; un tubero carnoso: sono presenti radici non molto folte. Può raggiungere la ragguardevole altezza di circa un metro, formando molti ascidi, speciali ‘tubi’ verdi.

La Sarracenia
La Sarracenia

Il suo sistema di cattura è molto semplice, ma permette di catturare un grande numero di prede, che verranno attratte dagli svariati colori della pianta carnivora, che crea sui propri ascidi: inoltre c’è la produzione di uno speciale nettare profumato che ne ricopre l’ingresso. Questo ha un duplice scopo: attrae la preda e una volta che questa si invischia sempre più nel nettare, questo stesso nettare la fa scivolare verso l’interno del tubo, e l’opercolo si chiude, escludendo la possibilità di fuga all’insetto. Questo viene dunque digerito per mezzo di speciali enzimi che la pianta può emettere una volta che si è chiuso l’opercolo e innestato il processo digestivo dell’insetto catturato.

La sarracenia psittacina e la Sarracenia purpurea sono le uniche due piante carnivore di questa specie che hanno ascidi distesi in modo orizzontale e non verticale come tutte le altre.

La coltivazione di queste piante carnivora è piuttosto semplice, fino a che si possano rispettare le condizioni climatiche in cui vivevano le piante nel loro luogo d’origine, che va cercato di riprodurre, per quanto possibile, nei nostri giardini o nelle nostre case. Inoltre c’è tutta una serie di particolari accorgimenti da seguire, ma nel complesso risulta tutto piuttosto semplice.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here