Pero albero da frutto: scheda colturale

345

Il Pero è un albero da frutto con esigenze climatiche e di terreno analoghe a quelle del melo (di cui ci siamo occupati in questo post: “Il melo selvatico: scheda colturale“). Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, il pero selvatico prende il nome di pyrus communis ed è diffuso allo stato spontaneo in Italia, in Europa e nelle parti del mondo con le medesime condizioni ambientali.

pero
Albero di Pero

Le numerose varietà di pero, si differenziano per la grandezza, il colore e le caratteristiche dei frutti. La fioritura di questa pianta avviene all’inizio della primavera, in contemporanea con la nascita delle nuove foglioline che ricopriranno i rami spogli dell’inverno.

Mentre i fiori del melo sono bianco-rosati, quelli del pero sono bianchissimi. In merito alla coltivazione, va bene sia la pianura che la collina , purché il clima sia rigido e il terreno sia di medio impasto, profondo, permeabile e fresco.

Le pere maturano gradualmente da giugno in avanti, ovviamente a seconda del clima e della zona in cui sono coltivate oltre che a seconda della varietà. L’altezza media di questa pianta va dai 3 agli 8 metri, quindi ricordatevi di distanziare gli alberi di almeno un 3-4 metri circa.

Per ottenere piante di taglia più ridotta conviene usare come porta innesto il cotogno, che però risulta poco adatto per terreni calcarei. In questo caso, è preferibile eseguire l’innesto sul biancospino.

Lascia una risposta

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetta Rifiuto Impostazioni della privacy Ulteriori informazioni sulla nostra politica sui cookie