Eplpactis helleborine: orchidea selvatica

0
102
Epipactis helleborine

Genere Epipactis

Indice

Orchidea Epipactis helleborine

Il nome Epipactis helleborine, è un termine che proviene dal greco ma l’etimologia esatta ci rimane oscura qualche testo lo traduce con “crescere sopra” per helleborine deriva da una certa rassomiglianza con le foglie di alcuni “Ellebori”

Descrizione della Epipactis helleborine

Epipactis helleborine
Immagine orchidea – Epipactis helleborine

L’orchidea Epipactis helleborine ha dei numerosi fiori grandi fino a 15 mm., riuniti in un grappolo allungato, generalmente disposti dalla stessa parte dello” stelo. verdognoli, senza sperone, odorano di Valeriana. Gli ovari con 6 striature,
allungati, Dynetrano generalmente nel peduncolo. Brattee lanceolate, con diverse nervature, per lo più lunghe come i fiori. Quelle situate più in basso sono più lunghe dei fiori. Sepali e petali verdognoli (raramente soffusi di rossiccio), con 3-5 nervature, larghi e lanceolati. Dapprima sono tutti piegati a campana, poi si allargano. Labello bilobato, vagamente rossiccio. La parte posteriore, a forma di scodella anteriormente ristretta, cela il nettare; la parte anteriore, a forma di cuore, ha due piccole gibbosità piatte. I suoi bordi sono dentellati. Alto fino a 90 cm., lo stelo robusto è fortemente piegato all’estremità superiore e si rizza solo durante la fioritura. Foglie molto grandi, ovoidali, avvolte attorno al fusto.

Fioritura della Epipactis helleborine

La fioritura della Epipactis helleborine da giugno a settembre.

Habitat dell’orchidea

L’habitat della  Epipactis helleborine sono boschi ombrosi di conifere e cedui, macchie. Fino a 1500 m.. Dalla pianura lino a 1500 m.

Diffusione della  Epipactis helleborine

Germania, Francia, Svizzera, Austria, Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here