Le piante carnivore: non sono nate, ma lo sono diventate

245

Altre notizie inerenti: piante carnivore

Molti si chiederanno come hanno fatto le piante a diventare carnivore.

Le piante carnivore una perfetta evoluzione vegetale, le piante infatti non sono nate carnivore, ma lo sono diventate, come risposta all’ambiente circostante. Durante il corso dell’evoluzione, per sopravvivere in zone con terreni poveri di sostanze nutritive, alcune piante hanno messo in atto trasformazioni per ricavare fonti di cibo da altri elementi.

piante carnivore
Pianta carnivora

Si suppone che questa trasformazione sia avvenuta dopo che alcuni insetti rimasti accidentalmente intrappolati tra le foglie, bagnati da un liquido primitivo della pianta, siano stati lentamente assimilati dalla pianta. In questo modo le piante avrebbero trovato il loro nutrimento alternativo e successivamente avrebbero sviluppato e migliorato svariate forme per attrarre, catturare e digerire le loro prede.

Va ricordato che normalmente queste piante, come le altre, traggono il loro nutrimento dal suolo; ma la loro speciale capacità di integrare il proprio abituale nutrimento, ha permesso a queste piante di diffondersi in ambienti in cui le altre piante non carnivore non potrebbero sopravvivere.

Il sistema evolutivo ha dotato queste piante di vere e proprie trappole che servono per catturare gli insetti: si va dalle foglie con al centro aculei a vere e proprie cavità profonde e colme di un liquido vischioso che permette la digestione degli insetti catturati tipo la sarracenia.

Lascia una risposta

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetta Rifiuto Impostazioni della privacy Ulteriori informazioni sulla nostra politica sui cookie